Volpera (Calpeloia)

Da un documento del 1566 si parla di Cassina di Pello (forse da un soprannome)
nel 1594 Cascina di Pello che potrebbe essere Calpeloia e poi l'attuale Volpera.
Nel 1786 vivevano nella frazione 18 persone.





 

Nel 1851 il parroco don Giuseppe Rimoldi (1842-1864), con lo "Stato d'Anime" fa un censimento della popolazione della parrocchia di Masnaga.
I comuni in quegli anni erano ancora tre: Tregolo, Centemero e Brenno.
Il comune di Centemero comprendeva le frazioni di Cassina, Londona, Verana,
Paradiso superiore, Paradiso inferiore, Gonzaga, Museghetto, Musico, Volpera.
Facevano parte della Parrocchia anche Baggero e Campo di Marzo del comune di Merone e Cibrone del comune di Nibionno.
Ecco i cognomi dei nuclei familiari di:

Volpera

Brambilla, Fumagalli, Ratti.

 






 

Nel 1931 il prevosto, don Cristoforo Allievi (1927-1960), redige lo "Stato d'Anime",
vero e proprio censimento della popolazione di Costa Masnaga,
che terrà aggiornato per tutti gli anni che sarà alla guida della parrocchia Santa Maria Assunta.
Questo documento ci permette di stabilire quali nuclei familiari hanno risieduto dal 1931 al 1959
nella frazione Volpera coi rispettivi cognomi:

Amati, Ballabio, Bonacina, Brivio, Galli, Gerosa, Giudici, Marelli, Molteni, Rigamonti, Sesana, Sormani, Spinelli, Viganò.

 

 

 

 

Negli anni '70
 

Torna alla mappa